Come sopravvivere al rientro dalle vacanze

Dr.ssa Chiara de GiorgiCome sopravvivere al rientro dalle vacanze
a cura della Dott.ssa Chiara De Giorgi

“Avrei proprio bisogno di una vacanza per riprendermi dalle vacanze…”

Ebbene sì, se avete pensato questo varcando la soglia di casa mentre gettavate distrattamente le valigie per terra, non siete nè strani, nè pigri, nè abitanti di Marte: siete solo esseri umani costretti a riprendere i ritmi di tutti i giorni senza averne assolutamente voglia.

Durante le vacanze, che ci piaccia o meno, abbandoniamo alcune abitudini per prenderne altre e questo conduce ad un leggero cambiamento riguardante lo stile di vita.

Il rientro può essere traumatico, leggermente depressivo e talvolta ansiogeno. Nulla di allarmante. Si tratta della normale risposta fisiologica del nostro corpo ad un cambiamento. Ci stiamo adattando un’altra volta. La giungla urbana ce lo richiede.

Cosa possiamo fare quindi per rendere tutto questo meno traumatico?

1) Rientrate a lavoro lunedì? I bambini ritornano a scuola? Avete delle pratiche da sbrigare? Non aspettate l’ultimo minuto. Tornate a casa con dovuto anticipo, datevi del tempo, infilatevi nel caos quotidiano in punta di piedi. Così facendo avrete modo di organizzare tutto per bene e l’ansia organizzativa sarà solo un brutto ricordo.

2) Le valigie? Quel fardello enorme che avete scaricato lì davanti alla porta di casa. Disfatele nell immediato. Sono di intralcio nello spazio abitativo, non vi servono più. Inoltre non faranno altro che riportavi costantemente indietro, circondandovi di nostalgia. Piuttosto tirate fuori souvenir o foto che vi ricordano i momenti felici che avete appena trascorso. Fanno bene al cuore.

3) Tornare a casa dopo le vacanze non significa annullarsi o smettere di fare attività piacevoli. Andate avanti, organizzate una cena, un aperitivo, andate al cinema, uscite per un caffè. Non stagnate nella ripetitività del lavoro o degli impegni. Se avete dei bambini, cercate di dedicargli il giusto tempo, magari inventando nuove e stimolanti attività: anche per loro è dura riprendere i ritmi scolastici e quelli lavorativi dei genitori.

4) Fate esercizio fisico: è utile se avete ecceduto un po’ durante le vacanze e volete alleggerire il senso di colpa o semplicemente per aumentare il buon umore.

5) Coccolatevi ancora un po’. Ci sono vacanze e vacanze, alcune più frenetiche e altre un po’ meno. A seconda dei casi, ritagliarsi del tempo per noi stessi, che sia leggere, un bagno rilassante, un po’ di shopping, non può che giovare ai nostri sensi.

6) Il rientro dalle vacanze può rappresentare un’opportunità di ripartenza e di cambiamento. Ma è importante che definiate obiettivi realistici: non stilate liste infinite che non spunterete mai. Iniziate semplicemente pensando a cosa volete e a cosa no, di cosa avete bisogno e di cosa potete fare a meno.

Quindi, se avete già un idea sul da farsi, ora rimboccatevi le maniche, disfate le valigie, mettete su quella bella foto, rifocillatevi, chiamate quel vostro caro amico per un aperitivo perchè avete molte novità da raccontargli, prima di essere inglobati nella frenesia del ritmo quotidiano.

Buon rientro a tutti.

 

Altri articoli che potrebbero piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più Leggi informativa.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi