Problemi con l’altro sesso

Ciao volevo farvi una domanda anzi un paio… ho 23 anni e sono cresciuta con i miei nonni materni. Ho un quesito che mi angoscia da sempre. Il rapporto con mio padre è sempre stato tranquillo calmo e senza litigi, però se io dovessi farmi vedere senza maglia, oppure lasciarmi accarezzare, oppure anche solo un suo “ciao che fai” mi infastidisce, mentre per mio nonno è l’opposto… Eppure non mi ha fatto nulla mio padre… Nemmeno uno schiaffo da bambina…
Secondo quesito: ogni mia relazione dura massimo due o tre mesi… i maschi scappano a gambe levate, dicono che sono troppo pesante, troppo gelosa, troppo possessiva (vero), eppure mi sembra di essere giusta… perchè non mi fido più dei maschi?
Grazie, attendo risposta
Meri

Risponde il Dr. Jacopo Campidori

Cara Meri
Premetto che non è facile rispondere alle sue domande, dal momento che abbiamo pochissime informazioni per capire come mai lei abbia problemi con suo padre, o con il sesso opposto in generale. Sarebbe infatti necessario approfondire alcuni temi, conoscere la sua storia personale, le sue esperienze pregresse, ciò che nella vita l’ha portata ad essere quella che è. Solamente così sarebbe possibile risalire alle cause dei suoi sentimenti e dei suoi comportamenti, per riuscire infine a trovare soluzioni adeguate. Purtroppo la psicologia non è una scienza magica, che può fare miracoli, prescrivendo soluzioni solamente tramite la descrizione di un sintomo: questo perchè ogni individuo è unico e diverso dagli altri, e addentrarsi all’interno di problematiche complesse come quelle dell’affettività, senza conoscere affatto il soggetto che abbiamo davanti, è praticamente impossibile.

Leggendo quello che mi scrive però, è possibile rintracciare alcuni elementi, che mi permettono di tentare alcune personali interpretazioni.

Lei asserisce di sentirsi inibita con suo padre, di sentirti imbarazzata di fronte alle sue dimostrazione di affetto, oppure a “farti vedere senza maglia”. Con i pochi dati a nostra disposizione potremmo anche ipotizzare che la cosa sia abbastanza normale, in quanto, come lei stessa afferma, è cresciuta con i suoi nonni materni, e per questo non è stata in grado si sviluppare un rapporto di intimità con la figura paterna, complicità che al contrario è stata in grado di instaurare con suo nonno.
L’idea mi viene confermata anche dalla frase in cui aggiunge che il rapporto con suo padre è sempre stato “tranquillo calmo e senza litigi”, senza però preoccuparsi di descriverlo in alcun modo. Deve sapere che anche il rapporto di due individui, che frequentano lo stesso luogo senza però conoscersi, può essere tranquillo e senza litigi: ciò non lo rende però un rapporto intimo profondo, ma solamente una tranquilla convivenza.

Inoltre, continuando nella lettura, lei sottopone un secondo quesito, in cui dimostra di avere alcuni problemi con l’altro sesso, una mancanza di fiducia verso gli uomini, e una tendenza a farli scappare. Il discorso in qualche modo è accostabile a quello precedente, e ciò che mi viene da pensare è che, in questo momento, lei stia attraversando un periodo di confusione emotivo/affettivo, che stia vivendo alcune dinamiche con l’altro sesso che non è in grado di gestire pienamente, dinamiche confuse in cui, come in una sorta di teatro, si scontrano e confondono figure maschili importanti: un padre, un nonno, ed ex fidanzati scappati a gambe levate.

Ripeto, le mie sono solo congetture, interpretazioni molto personali basate su una lettera di poche righe, pochi elementi, e brevi descrizioni.

L’unica cosa che mi sento di consigliarle, a questo punto, è la possibilità di rivolgersi ad un esperto, ad esempio uno psicologo, che possa aiutarla a snodare una matassa di pensieri e sensazioni troppo ingarbugliata, approfondendo quegli argomenti che, come ho gia detto, non è possibile analizzare in questa sede, nel tentativo di riuscire a fare luce su questi quesiti che, come lei afferma, da sempre le creano angoscia.

Resto comunque disponibile per qualsiasi suo dubbio.
Nella speranza di esserle stato d’aiuto
Dr. Jacopo Campidori

Altri articoli che potrebbero piacerti...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più Leggi informativa.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi